Centralfloridavocalarts

Centralfloridavocalarts

SCARICA SCAPPA GET OUT

Posted on Author Grolar Posted in Libri


    Scappa. Get Out (Blu-ray) è un Blu-ray di Jordan Peele - con Daniel Kaluuya, Allison centralfloridavocalarts.com trovi nel reparto Fantastico di IBS: risparmia online con le. arrivati al fatidico incontro con i suoceri, lei lo invita a trascorrere un fine settimana al nord con Missy e Dean. Guarda Scappa - Get Out in streaming su CHILI. Scappa - Get Out (Get Out) è un film thriller/horror con sfumature satiriche del scritto, Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. USA - Vincitore di un premio Oscar: un giovane afro-americano, in visita alla famiglia della sua fidanzata, precipita nel suo peggior incubo.

    Nome: scappa get out
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 24.72 Megabytes

    Il plot è semplice, quasi elementare: la bella Rose, bianca come la candeggina Allison Williams , convince il fidanzato di colore Chris Daniel Kaluuya a passare il fine settimana dai suoi, per farli conoscere. Ma una volta giunto a destinazione non ci metterà troppo a capire di aver fatto la scelta sbagliata. Il passatempo è assicurato, la paura ben centellinata eppure il film disturba a un livello più profondo.

    Benvenuti nel futuro. Lo ha prodotto la Blumhouse, quella della serie Paranormal Activity, ma il suo linguaggio è all'opposto dei film precedenti: misurato, accurato, abile a creare malessere senza ricorrere a trucchi da baraccone. Se tratta apertamente di razzismo, anzi di una forma inedita di neoschiavismo, lo fa in maniera tutt'altro che semplificatoria. Tirando in ballo la feticizzazione razzista del black people: i neri sono più bravi nello sport, più dotati sessualmente ecc.

    In compenso l'idea centrale è più tosta e suggestiva che il razzismo che si credeva debellato in Usa in realtà è una metastasi maligna innestata nel ventre d'America. Proprio dove si sente il genere dietro c'è la specialista a basso budget e alti successi Blumhouse Production c'è la realtà. Se il cinefilo cita un classico come 'Society' di Yuzna ha ragione.

    Oggi al MAXXI

    Si chiama Jordan Peele Per la prima volta dietro alla macchina da presa, sponsorizzato dal produttore di 'Split' e dei 'The Punge', Jason Blum, per la Universal, Peele ha scritto e diretto quello che, prima ancora di essere arrivato in sala, è risultato il film meglio recensito dell'anno. Una commedia orrorifica con artigli che in una produzione da studio non si vedevano da tempo; una satira affilatissima che contrasta l'onda buonista di certo contemporaneo black cinema e se ce ne fosse stato bisogno l'ennesima prova che l'America post racial esiste solo in qualche spot pubblicitario sulla MSNBC.

    La scelta geniale di Jordan Peele Prima dell'entrata in scena dello splatter vero e proprio con un denouement irriverente come il cane ammazza neri nella Beverly Hills del film di Samuel Fuller , è il disagio che invade 'Get Out', come un virus, in un mix di satira e paura che ricorda l'exploitation antirazzista di Larry Cohen.

    E infatti anche il film di Peele inizia come una scontata commedia sui rapporti interrazziali Per un'ora circa, Peele conduce il racconto sul filo dell'equilibrio tra tensione e rassicurazioni, tra paure e umorismo, identificandosi con un protagonista che non sa se dar ragione ai dubbi che gli nascono o se considerarli solo retaggio di antichi comportamenti razzisti, che non hanno più ragione di esistere tra borghesi illuminati ancorché bianchi come sono gli Armitage e i loro ricchi invitati.

    Pressbook Scappa - Get Out

    Almeno fino a quando la festa è finita e Chris resta solo con la fidanzata e i suoi familiari. A questo punto una serie di colpi di scena rovescia la situazione e il tono del film aprendo le porte a una deriva molto più drammatica.

    La battuta del padre sulla sua voglia di rivotarlo per una terza volta perde ogni connotazione umoristica per diventare lo specchio di una società che si rivela progressista o meglio: antirazzista solo a parole.

    Leggi anche:SCARICA ZAMPOGNA

    E alla fine, dopo una adrenalinica serie di ribaltamenti di fronte, allo spettatore resta comunque il dubbio che certi cambiamenti nella società americana siano molto difficili da portare a compimento. Soprattutto tra i ricchi e i potenti. Non serve tirarlo per la giacchetta. Peele conosce il tema da ogni angolatura: nero di pelle, sua madre e sua moglie sono bianche. Durante i festeggiamenti, varie coppie si mostrano molto interessate a Chris e gli rivolgono complimenti legati alla sua etnia ed al suo aspetto fisico, cosa che non fa altro che farlo sentire più a disagio.

    Ad un certo punto, in mezzo agli ospiti, Chris scorge un giovane nero che ha un comportamento bizzarro e che veste come negli anni '50 , che crede di avere già visto da qualche parte. Dopo qualche minuto, il giovane, che dice di chiamarsi Logan King, esce dalla stanza come nulla fosse e Dean spiega che egli ha semplicemente subito un attacco di epilessia , ma Chris, che conosce la malattia poiché un suo cugino ne è affetto, non crede alle parole dell'uomo e si allontana assieme a Rose.

    Poco dopo, in disparte, Chris esprime il desiderio di voler tornare a casa e di voler portare assieme a lui Rose. Ma mentre i due giovani parlano vicino al lago , la famiglia Armitage tiene un'asta silenziosa con un ritratto di Chris in mostra e Jim Hudson, un commerciante d'arte affetto da cecità , vince facendo l'offerta migliore. Quella stessa sera, mentre fa le valigie, Chris manda la foto di Logan King all'amico Rod, il quale, dopo aver effettuato una breve ricerca su Internet , lo informa che Logan King in realtà è Andre Hayworth, il ragazzo rapito all'inizio del film, che loro conoscono poiché lavorava in un cinema che frequentavano e che risulta scomparso da sei mesi.

    Poco dopo, Chris scopre anche una scatola nell'armadietto di Rose in cui sono custodite numerose fotografie di lei insieme ad altre persone nere con cui si è fidanzata o con le quali ha fatto amicizia in passato e fra loro riconosce i domestici Walter e Georgina. Chris allora, orripilato, si rende conto della situazione e quando anche Rose rivela il suo lato oscuro, tenta di fuggire dalla casa, ma Missy, ricorrendo ai suoi metodi istantanei, lo ipnotizza.

    Poco dopo, il ragazzo si risveglia legato ad una poltrona , dinanzi ad un vecchio televisore che si accende. Inizia a scorrere un filmato, nel quale il nonno di Rose spiega che la famiglia Armitage ha scoperto il modo di prolungare la propria vita per mezzo di ipnosi e chirurgia cerebrale: Missy prepara psicologicamente la vittima e Dean esegue un trapianto di cervello nel quale trasferisce la personalità del suo familiare nel nuovo corpo più giovane, mentre la mente di quest'ultima viene fatta sprofondare nel "mondo sommerso".

    Scappa - Get Out

    Usando allora l'imbottitura che fuoriesce dalla vecchia poltrona alla quale è legato, Chris si tampona le orecchie per non ascoltare i suoni che inducono l'ipnosi. Nel frattempo, Rod tenta di convincere la polizia a salvare Chris e sventare il tutto, ma non viene creduto. Poco dopo, nella stanza si presenta Jeremy in tenuta da infermiere , con una sedia a rotelle , per portare via il ragazzo e prepararlo all'operazione, dal momento che in un'altra stanza il suo compratore è già stato sedato da Dean che gli ha anche aperto il cranio.

    Chris allora finge di essere ipnotizzato e quando Jeremy lo solleva, lo colpisce alla testa con una palla da gioco. Poco dopo, uccide violentemente anche Dean, Missy e Jeremy, quest'ultimo ripresosi dal colpo di prima.

    Ferito per le colluttazioni, Chris riesce tuttavia ad uscire dalla casa e ad impossessarsi della macchina di Jeremy che ha ucciso poco prima, e dove trova il suo travestimento da cavaliere per fuggire.

    Chris decide di soccorrerla e caricarla in macchina, ma dopo qualche secondo la donna lo attacca, facendogli perdere il controllo della vettura, che finisce per schiantarsi contro un albero. Georgina muore, mentre il ragazzo viene raggiunto da Walter al quale è stato trapiantato il cervello del nonno di Rose e da quest'ultima, furiosa per la morte di tutti i suoi cari. La ragazza, armata di fucile, sta per sparare a Chris, a terra dopo l'incidente d'auto.


    Articoli simili: