Centralfloridavocalarts

Centralfloridavocalarts

IL PDF CONTENENTE LA LISTA DEI DOCUMENTI NECESSARI DOCUMENTI ISEE 2017 SCARICA

Posted on Author Faugami Posted in Antivirus


    Per predisporre il modello occorre presentare al Caf i seguenti documenti per ISEE: Scarica il PDF contenente la lista dei documenti necessari Documenti ISEE Lista documenti per ISEE. Documenti per certificazione ISEE Vieni a compilare gratuitamente la tua ISEE al CAAF CGIL, con la massima riservatezza Finora per il calcolo venivano presi a riferimento i redditi dei 2 anni Quindi nel per il calcolo si consideravano i redditi percepiti nel e i Scarica qui l'ELENCO DOCUMENTI NECESSARI PER LA COMPILAZIONE DELLA. Documenti, calcolo e scadenza del modello ISEE guida completa alla Per la presentazione è necessario informarsi sui documenti necessari per il calcolo, così come estratti conto con giacenza media annuale dei depositi bancari e postali al la Certificazione Unica (ex Cud), sempre relativa ai redditi Per ottenere la propria certificazione ISEE è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), un documento che contiene le informazioni di.

    Nome: il pdf contenente la lista dei documenti necessari documenti isee 2017
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 42.33 MB

    Bonus nido Per il , La legge 27 dicembre , n. Per i nuclei familiari con un ISEE minorenni che è compreso tra Infine, se si superano i Giusto rammentare che già nel fra gli interventi normativi a sostegno delle famiglie, la legge n. Lo scorso anno, la legge n. ISEE minorenni da Se il bonus viene richiesto dal genitore che non fa parte del nucleo familiare del minorenne, verrà conteggiata la rata spettante in misura non superiore a 1.

    Allo stesso modo sono valorizzate nel patrimonio del donante, le donazioni effettuate nei 3 anni precedenti la richiesta di cui al periodo precedente, se in favore di persone tenute agli alimenti ai sensi dell articolo del codice civile.

    ISEE E GESTIONE DELLA COMPILAZIONE

    Per le prestazioni sociali agevolate rivolte ai componenti minorenni, in presenza di genitori non conviventi, qualora ricorrano i casi di cui alle lettere a ed b del comma 1, l ISEE è integrato di una componente aggiuntiva, calcolata sulla base della situazione economica del genitore non convivente, secondo le modalità di cui all allegato 2, comma 2, che costituisce parte integrante del presente decreto.

    Qualora ricorrano i casi di cui all articolo 7, comma 1, l ISEE è integrato di una componente aggiuntiva, calcolata sulla base della condizione economica del genitore non convivente, secondo le modalità di cui all allegato 2, comma 2, parte integrante del presente decreto.

    Il nucleo familiare del richiedente i benefici per i corsi di dottorato di ricerca è formato esclusivamente dallo stesso richiedente, dal coniuge, dai figli minori di anni 18, nonché dai figli maggiorenni, secondo le regole di cui ai commi da 2 a 5 dell articolo 3, e fatta comunque salva la possibilità per il beneficiario di costituire il nucleo familiare secondo le regole ordinarie di cui all articolo Ai sensi dell articolo 8, comma 3, del decreto legislativo 29 marzo , n.

    Chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal presente testo unico e' punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. L'esibizione di un atto contenente dati non piu' rispondenti a verita' equivale ad uso di atto falso.

    Le dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli articoli 46 e 47 e le dichiarazioni rese per conto delle persone indicate nell'articolo 4, comma 2, sono considerate come fatte a pubblico ufficiale. Se i reati indicati nei commi 1, 2 e 3 sono commessi per ottenere la nomina ad un pubblico ufficio o l'autorizzazione all'esercizio di una professione o arte, il giudice, nei casi piu' gravi, puo' applicare l'interdizione temporanea dai pubblici uffici o dalla professione e arte.

    Quando la somma indebitamente percepita è pari o inferiore a Tremilanovecentonovantanove euro e novantasei centesimi si applica soltanto la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da cinquemilacentosessantaquattro euro a venticinquemilaottocentoventidue euro. Le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi sono tenuti ad acquisire d'ufficio le informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47, nonche' tutti i dati e i documenti che siano in possesso delle pubbliche amministrazioni, previa indicazione, da parte dell'interessato, degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti, ovvero ad accettare la dichiarazione sostitutiva prodotta dall'interessato L.

    Fermo restando il divieto di accesso a dati diversi da quelli di cui e' necessario acquisire la certezza o verificare l'esattezza, si considera operata per finalita' di rilevante interesse pubblico, ai fini di quanto previsto dal decreto legislativo 11 maggio , n.

    Per l'accesso diretto ai propri archivi l'amministrazione certificante rilascia all'amministrazione procedente apposita autorizzazione in cui vengono indicati i limiti e le condizioni di accesso volti ad assicurare la riservatezza dei dati personali ai sensi della normativa vigente. L'amministrazione procedente opera l'acquisizione d'ufficio, ai sensi del precedente comma, esclusivamente per via telematica L.

    Al fine di agevolare l'acquisizione d'ufficio di informazioni e dati relativi a stati, qualita' personali e fatti, contenuti in albi, elenchi o pubblici registri, le amministrazioni certificanti sono tenute a consentire alle amministrazioni procedenti, senza oneri, la consultazione per via telematica dei loro archivi informatici, nel rispetto della riservatezza dei dati personali.

    Documenti per ISEE: lista di tutto il necessario

    In tutti i casi in cui l'amministrazione procedente acquisisce direttamente informazioni relative a stati, qualita' personali e fatti presso l'amministrazione competente per la loro certificazione, il rilascio e l'acquisizione del certificato non sono necessari e le suddette informazioni sono acquisite, senza oneri, con qualunque mezzo idoneo ad assicurare la certezza della loro fonte di provenienza.

    I documenti trasmessi da chiunque ad una pubblica amministrazione tramite fax, o con altro mezzo telematico o informatico idoneo ad accertarne la fonte di provenienza, soddisfano il requisito della forma scritta e la loro trasmissione non deve essere seguita da quella del documento originale.

    Le amministrazioni procedenti sono tenute ad effettuare idonei controlli, anche a campione, e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicita' delle dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e I controlli riguardanti dichiarazioni sostitutive di certificazione sono effettuati dall'amministrazione procedente con le modalita' di cui all'articolo 43 consultando direttamente gli archivi dell'amministrazione certificante ovvero richiedendo alla medesima, anche attraverso strumenti informatici o telematici, conferma scritta della corrispondenza di quanto dichiarato con le risultanze dei registri da questa custoditi.

    Qualora le dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 presentino delle irregolarita' o delle omissioni rilevabili d'ufficio, non costituenti falsita', il funzionario competente a ricevere la documentazione da' notizia all'interessato di tale irregolarita'. Questi e' tenuto alla regolarizzazione o al completamento della dichiarazione; in mancanza il procedimento non ha seguito.

    La sanzione e' irrogata dall'ente erogatore, avvalendosi dei poteri e delle modalita' vigenti. Le medesime sanzioni si applicano nei confronti di coloro per i quali si accerti sulla base dello scambio di informazioni tra l'istituto nazionale della previdenza sociale e l'agenzia delle entrate una discordanza tra il reddito dichiarato ai fini fiscali o altre componenti dell'indicatore della situazione economica equivalente ISEE , anche di natura patrimoniale, note all'anagrafe tributaria e quanto indicato nella dichiarazione sostitutiva unica di cui all'articolo 4 del decreto legislativo 31 marzo , n.

    In caso di discordanza rilevata, l'inps comunica gli esiti delle verifiche all'ente che ha erogato la prestazione, nonche' il valore ISEE ricalcolato sulla base degli elementi acquisiti dall'agenzia delle Entrate.

    L'ente erogatore accerta se, in esito alle risultanze della verifica effettuata, il beneficiario non avrebbe potuto fruire o avrebbe fruito in misura inferiore della prestazione. Nei casi diversi dall'accertamento del maggior reddito in via definitiva, per il quale la sanzione e' immediatamente irrogabile, l'ente erogatore invita il soggetto interessato a chiarire i motivi della rilevata discordanza, ai sensi della normativa vigente.

    In assenza di osservazioni da parte dell'interessato o in caso di mancato accoglimento delle stesse, la sanzione e' irrogata in misura proporzionale al vantaggio economico indebitamente conseguito e comunque nei limiti di cui al primo periodo. La DSU ha validità dal momento della presentazione al 15 gennaio dell anno successivo.

    È lasciata facoltà al cittadino di presentare entro il periodo di validità della DSU una nuova dichiarazione, qualora intenda far rilevare i mutamenti delle condizioni familiari ed economiche ai fini del calcolo dell ISEE del proprio nucleo familiare. Gli enti erogatori possono stabilire per le prestazioni da essi erogate la decorrenza degli effetti di tali nuove dichiarazioni.

    E comunque lasciata facoltà agli enti erogatori di chiedere la presentazione di una DSU aggiornata nel caso di variazioni del nucleo familiare ovvero in presenza di elementi di informazione da cui risulti il possibile verificarsi delle condizioni di cui all articolo 9.

    I moduli aggiuntivi, sostitutivi e integrativi possono essere compilati in via complementare successivamente alla presentazione della DSU. Qualora nel corso di validità di tale DSU sia necessario reperire informazioni su altri soggetti ai fini del calcolo dell ISEE per la richiesta di altre prestazioni sociali agevolate, il dichiarante integra la DSU in corso di validità mediante la compilazione dei soli fogli allegati relativi ai componenti del nucleo non già inclusi. A tal fine, identificata di comune accordo la residenza familiare, il coniuge con residenza anagrafica diversa è attratto ai fini del presente decreto nel nucleo la cui residenza anagrafica coincide con quella familiare.

    In caso di mancato accordo, la residenza familiare è individuata nell ultima residenza comune ovvero, in assenza di una residenza comune, nella residenza del coniuge di maggior durata. Il coniuge iscritto nelle anagrafi dei cittadini italiani residenti all'estero AIRE , ai sensi della legge 27 ottobre , n.

    I coniugi che hanno diversa residenza anagrafica costituiscono nuclei familiari distinti esclusivamente nei seguenti casi: a quando è stata pronunciata separazione giudiziale o è intervenuta l'omologazione della separazione consensuale ai sensi dell'articolo del codice di procedura civile, ovvero quando è stata ordinata la separazione ai sensi dell'articolo del codice civile; b quando la diversa residenza è consentita a seguito dei provvedimenti temporanei ed urgenti di cui all'articolo del codice di procedura civile; c quando uno dei coniugi è stato escluso dalla potestà sui figli o è stato adottato, ai sensi dell'articolo del codice civile, il provvedimento di allontanamento dalla residenza familiare; d quando si è verificato uno dei casi di cui all'articolo 3 della legge 1 dicembre , n.

    Info pagina

    Il minore che si trovi in affidamento preadottivo fa parte del nucleo familiare dell affidatario, ancorché risulti nella famiglia anagrafica del genitore.

    Il minore in affidamento temporaneo ai sensi dell articolo 2 della legge 4 maggio , n.

    Il minore in affidamento e collocato presso comunità è considerato nucleo familiare a sé stante. Il figlio maggiorenne non convivente con i genitori e a loro carico ai fini IRPEF, nel caso non sia coniugato e non abbia figli, fa parte del nucleo familiare dei genitori.

    Nel caso i genitori appartengano a nuclei familiari distinti, il figlio maggiorenne, se a carico di entrambi, fa parte del nucleo familiare di uno dei genitori, da lui identificato.

    Il figlio minorenne fa parte del nucleo del genitore con cui conviveva prima dell ingresso in convivenza anagrafica, fatto salvo quanto previsto al comma 4.

    La nuova normativa Isee prevede che anche per questi redditi si faccia riferimento al secondo anno solare precedente la presentazione della dichiarazione Isee , quindi per gli Isee compilati nel si considerano i redditi anno Ai fini Isee i redditi negativi sono da considerarsi con valore zero.

    Nel dettaglio, è possibile compilare la Dsu Mini quando ricorrono tutte le seguenti condizioni: non si intendono richiedere prestazioni per il diritto allo studio universitario; nella famiglia non sono presenti persone disabili o non autosufficienti; nella famiglia non sono presenti figli i cui genitori non sono coniugati tra loro né conviventi; nella famiglia non sono presenti persone esonerate dalla presentazione della dichiarazione dei redditi o per cui gli adempimenti tributari siano sospesi a causa di eventi eccezionali; non si intendono richiedere prestazioni connesse ai corsi di dottorato di ricerca utilizzando un nucleo familiare ristretto.

    Nella prima sezione devono essere indicati i componenti della famiglia anagrafica alla data in cui si presenta la dichiarazione. Il modulo MB2 serve anche per chiedere prestazioni rivolte ai minorenni Isee minorenni , se i genitori sono non coniugati e non conviventi tra loro. Chi è disabile ai fini Isee?


    Articoli simili: